martedi` 26 maggio 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Viaggio alla scoperta del Kotel (Muro occidentale) a Gerusalemme (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
Israele, finalmente l'accordo per il governo 21/04/2020
Israele, finalmente l'accordo per il governo
Commento di Deborah Fait

A destra: Benny Gantz, Benjamin Netanyahu

Finalmente ci siamo,  abbiamo evitato le quarte elezioni nel giro di poco più di un anno. Benjamin Netanyahu e Benny Gantz hanno firmato il nuovo governo di coalizione dopo 17 mesi di patimenti politici. Netanyahu sarà primo ministro per i primi 18 mesi alla fine dei quali verrà sostituito dal vice primo ministro Gantz. Il momento non poteva essere migliore, anche se arrivato in ritardo. Comunque in tempi di corona, in un momento di emergenza simile a una guerra, Israele non poteva non proteggere la propria democrazia e combattere il virus, tutti insieme,  e infine lavorare con forza e serenità al piano di pace di Donald Trump. In luglio verrà decisa la mappa che applicherà la sovranità israeliana in alcune parti di Giudea e Samaria. Per questo, che sarà un problema enorme e delicato, era necessario avere un governo serio e stabile con un premier dell'esperienza di Benjamin Netanyahu. Al momento si sa che il Likud avrà i ministeri delle Finanze, Sicurezza Interna,  Costruzioni, Trasporti, Educazione. Blu&Bianco avrà la Difesa, Affari Esteri, Giustizia, Economia Comunicazioni e cultura. Il Presidente della Knesset sarà del Likud.  Non è ancora chiaro se il partito di destra Yamina (La destra) farà parte della coalizione. Mi dispiacerebbe molto perdere una politica in gamba come Ayelet Shaked. Naturalmente la sinistra protesta come da copione, ieri erano in duemilla a Kikar Rabin di Tel Aviv per manifestare con le bandiere nere a lutto ma tutti rigorosamente a due metri l'uno dall'altro e con le mascherine sul volto. La sinistra israeliana protesta ma lo fa sempre con educazione e senza violenza.  Una cosa è certa, in momenti del genere, dopo 17 mesi di attesa e di grande stress, questo nuovo governo è il migliore tra tutte le possibili alternative. E' giusto fare tantissimi auguri di buon lavoro i due Benjamin, ne avranno tanto bisogno. Buona fortuna a loro, a noi e, innanzitutto, a Israele.

Immagine correlata
Deborah Fait
"Gerusalemme, capitale unica e indivisibile dello Stato di Israele"

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT