mercoledi` 08 aprile 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Come funziona l'esercito di difesa israeliano (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
Abu Mazen 'ostile per indole alla violenza'? 30/01/2020
Abu Mazen 'ostile per indole alla violenza'?
Commento di Deborah Fait

Risultati immagini per palestinian terror

Secondo il linguaggio elegante di Abu Mazen, dittatorucolo palestinese, Donald Trump, presidente degli Stati Uniti, sarebbe un "cane figlio di un cane" dopo l'aver esposto il piano di pace tra Israele e i palestinesi. Questa è una delle primissime notizie da Ramallah, oltre alle maledizioni contro ebrei e americani e all'invito, sempre di Abu Mazen, ad invadere le strade e le piazze a fuoco e fiamme nei "giorni della rabbia". Ecco, ero rimasta a questo, alle solite imprecazioni contro la pace o qualsiasi cosa le assomigli secondo il palestinian-style, quando mi è stato segnalato l'articolo di Giordano Stabile su la Stampa. Sulle prime sono rimasta interdetta, poi non ho potuto fare a meno di mettermi a ridere a crepapelle. Ridevo per non piangere perché l'ultima frase dell'articolo mi aveva fatto letteralmente andare il latte alle ginocchia. Mi perdoni, signor Stabile, ma come si fa a scrivere parole del genere riferendosi a un piccolo (non parlo di statura) e malefico raiss come Abu Mazen? Voleva fare una battuta? Per chi mi legge ecco le ultime parole dell'articolo di Giordano Stabile: " È una minaccia implicita di mettere termine alla collaborazione con le forze di sicurezza israeliana, il che ha impedito l'esplodere di una Terza intifada negli ultimi quindici anni. Ma ora il raiss (sempre Abu Mazen ndr) potrebbe cambiare idea, anche se ostile per indole all'uso della violenza." http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=6&sez=120&id=77365

Ma come, signor Stabile, ma come! Voi giornalisti di sinistra che state tanto attenti al politicamente corretto, sempre pronti a censurare qualsiasi espressione poco educata o troppo forte di chiunque non sia della vostra parte politica, non vi accorgete mai delle mostruosità che escono dalla bocca dei boss palestinesi arabi e dei boss, imam o hayatollah islamici. Abu Mazen sarebbe "ostile per indole all'uso della violenza?" Ma lei lo sa, Stabile, di chi sta parlando? Di un mostro che fu l'ideatore e il finanziatore della strage di Monaco. Di un negazionista della Shoah. Ricorda, Stabile, cosa accadde a Monaco nel 1972, in quello che passò alla storia come il primo attacco terroristico in forma spettacolare avvenuto in occidente? Un commando di Settembre Nero entrò nel villaggio olimpico e prese in ostaggio quelli che, secondo la mentalità diabolica palestinese, rappresentavano la forza e la voglia di vita di Israele: i suoi atleti! Fu un massacro, furono torturati, tagliati letteralmente a pezzi prima di essere uccisi. Una macelleria ordinata da quello che lei, Stabile, dice essere ostile per indole alla violenza. Credo che l'atteggiamento della sinistra, l'ideologia del tutto-quello-che-è-palestinese-è-buono perché terzo mondo è un'ideologia purulenta e velenosa cha ha dato ossigeno al terrorismo e alla violenza arabo-palestinese. Nessuno mi toglierà mai dalla mente la convinzione che tutti questi anni di terrorismo in Israele e poi in Europa e l'impossibilità di far tacere le assurde pretese di un popolo inesistente sia responsabilità della sinistra internazionale, della sua passione per i palestinesi in quanto nemici dell'odiato Israele. Non entro ancora nel merito del piano Trump da studiare e leggere molto bene, certo è che è riuscito a isolare Abu Mazen, legato indissolubilmente alla Jihad islamica di Gaza e a Hamas, dal resto del mondo arabo. Ottima cosa.

Immagine correlata
Deborah Fait
"Gerusalemme, capitale unica e indivisibile dello Stato di Israele"

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT