sabato 14 dicembre 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Il negazionismo nel mondo arabo (Sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
Io, ebrea, non voglio essere difesa dall'ipocrisia della sinistra antisemita 01/12/2019
Io, ebrea, non voglio essere difesa dall'ipocrisia della sinistra antisemita
Commento di Deborah Fait

A destra: antisionismo, una maschera per l'antisemitismo

Sono stufa e stanca di tutta questa ipocrisia della sinistra progressista. C'è antisemitismo a destra? Certo che c'è, l'antisemitismo è una malattia coccolata e tenuta al caldo per millenni che colpisce indiscriminatamente l'essere umano. Non esiste immunità, non esiste vaccinazione di sorta contro questo virus, quando colpisce colpisce e non c'è cura. E' un morbo che si manifesta con violenze che vanno da "Israele fascista stato terrorista" a "ebrei ai forni", con "fuori i sionisti dal corteo" l'urlo che esce dalle gole dei barbari rossi propal ogni 25 aprile costringendo la Brigata ebraica ad essere protetta da cordoni di polizia.   Vi sono episodi di odio antiebraico con alcune analogie nazifasciste che fanno impressione ma che non dovrebbero preoccupare, sono solo dei dementi frustrati e idioti. Ha fatto paura  trovare covi neonazisti pieni di armi, poi però si viene a sapere che ne faceva parte una tizia tatuata con svastiche e aquile naziste autoelettasi Miss Hitler e un'altra povera ottenebrata semianalfabeta che si sentiva importante nel dichiararsi nazista anzi, di più, addirittura capa di un movimento nazionalsocialista italiano. E allora, di fronte a tanta scemenza,  ci si preoccupa meno. Poi c'è quell'altro tizio a Trieste, consigliere comunale di Forza Nuova, che, balbettando con voce avvinazzata,  si dice scandalizzato e offeso per aver scoperto a causa della senatrice Segre (quella cara vecchietta, parole sue)che Gesù fosse ebreo. https://www.huffingtonpost.it/entry/consigliere-di-trieste-contro-segre-ha-detto-che-gesu-era-ebreo-mi-sento-offeso_it_5de1313ee4b0913e6f7db138?ncid=fcbklnkithpmg00000001&ref=fbph&fbclid=IwAR0shHG2174ik2QeXtBCMwf8Gn6y0bJjkn_CbeEX6IUKeUkamoiLuQO
mcms

Risultati immagini per antisemitism antisionism mask

Quindi facciamo attenzione a non andare a dire in giro che Gesù era un ebreo perché qualcun altro potrebbe offendersi. Dobbiamo stare sempre all'erta ma non a causa di questi quattro dementi. L'antisemitismo ha tre focolai pericolosi, la destra estrema, la sinistra e l'islam perciò da qualunque parti ci si giri lo si trova, là, ad aspettare l'ebreo da insultare, da pestare, e, perchè no, da uccidere se si può. Questo è preoccupante non una miss Hitler bionda ossigenata e tatuata.  Quello che mi infastidisce enormemente è il giochetto ipocrita che fa la sinistra, è vedere gli antisemiti progressisti, mascherati da angioletti, ergersi a difensori degli ebrei. E' successo con la commissione Segre, succede in Tv quasi quotidianamente. Sentire Vauro che ha fatto dell'odio per Israele il suo caval di battaglia,  tuonare "vergogna" con aria scandalizzata quando gli ricordano che la sinistra fischia e minaccia la Brigata ebraica ogni 25 aprile, mi fa prudere le mani e venire il mal di pancia. Come si può essere così scandalosamente falsi. Proprio questa mattina ad Agorà Anna Chirico giornalista del Foglio ricordava a Antonella Mascali del Fatto Quotidiano che il popolo ebraico è indissolubilmente legato a Israele quindi offendere quel paese è antisemitismo conclamato. La risposta della Mascali è stata "Non è vero, noi  critichiamo la politica di Netanyahu", rovesciando quindi a suo favore le giuste affermazioni della collega. https://www.raiplay.it/video/2019/11/agor-9218350d-4a9d-470d-8a02-ce2ed45db6a0.html

Non c'è niente da fare, non ammetteranno mai di essere visceralmente antisraeliani, di aver fatto propaganda di odio contro Israele, di essere sempre stati filo palestinesi fino all'isteria politica, fino a negare a Israele il diritto di difendersi quindi di esistere, fino a non riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele ma incaponendosi a parlare di - governo di Tel Aviv-.  E poi decenni di propaganda di odio, di insulti, di giustificazioni per il terrorismo arabo-palestinese e di silenzio sui missili che colpiscono Israele da anni. Hanno esaltato le Flotille che andavano contro Israele per provocarne una reazione e poterlo massacrare di improperi. E poi l' indifferenza assoluta per gli ebrei ammazzati in Europa, per gli ebrei che scappano per aver salva la vita perché in certi paesi come la Francia le aggressioni sono quotidiane. L'elenco sarebbe molto lungo, l'odio contro Israele è di vecchia data e l'odio contro gli ebrei è antico. Sono tanto in malafede da usare Salvini come paravento, come alibi, "è antisemita, è fascista" dicono gli sgangheratissimi progressisti eppure nello studio di Salvini fa bella mostra una fotografia del segretario della Lega con Netanyahu e un'altra con l'immagine della Menorah. Io non sono leghista e so che anche nella lega come in qualsiasi partito vi sono degli antisemiti ma non posso sopportare la falsità di chi tenta di ingannare la gente minacciando il ritorno di un improbabile fascismo per riprendersi il potere. Io non voglio essere difesa da questi impostori che fino all'avvento di un governo di centro destra, auguravano a milioni di ebrei israeliani di finire in mare come blaterava il loro idolo scomparso all'inferno, quel Arafat terrorista che portavano in trionfo. Non voglio essere difesa da Vauro. Non voglio essere difesa da manipolatori  che oggi fanno gli angioletti difensori degli ebrei e, dentro, nel profondo der loro anime, odiano lo stato ebraico.  Non voglio essere difesa da chi dice di non essere antisemita perche' criticare la politica di Israele è legittimo ma non proferisce una sola parola di condanna per la politica terroristica di Hamas. Non voglio essere difesa da chi all'ONU vota sempre contro Israele, qualsiasi cosa sia in agenda, anche la più atroce. L'antisemitismo di destra esiste, come esiste l'antisemitismo cattolico e islamico, come esiste l'antisemitismo più subdolo, quello mascherato da antisionismo della sinistra.  

Immagine correlata
Deborah Fait
"Gerusalemme, capitale unica e indivisibile dello Stato di Israele"

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT