sabato 14 dicembre 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Il negazionismo nel mondo arabo (Sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
Il TG1 e le sanzioni contro l'Iran 18/11/2019
Il TG1 e le sanzioni contro l'Iran
Commento di Deborah Fait

A destra: l'Iran dietro Hamas e Hezbollah


E' davvero inaccettabile l'intervento di Francesca Brancacci al TG1 di domenica sera alle ore 20. Parlando dei disordini, con diversi morti, che stanno sconvolgendo l'Iran ha voluto ribadire che il caro vita e il rincaro del costo della benzina sono dovuti alle sanzioni USA contro la dittatura iraniana. Vorrei ricordare che gli Stati Uniti hanno imposto una serie di sanzioni economiche e commerciali nei confronti del paese degli ayatollah nel tentativo di arginare la voglia di guerra e la possibilità di produrre armi nucleari. L'Iran sta dietro ogni guerra mediorientale, vende armi, finanzia tutti i gruppi terroristici da Hezbollah, a Hamas, alle varie Jihad islamiche soprattutto quella palestinese che nei giorni scorsi ha bombardato Israele con 450 missili.

Risultati immagini per TG1

Ogni missile costa da 2 milioni di dollari fino a 10 a seconda della qualità. Il segretario al tesoro degli USA, già 10 anni fa, aveva informato che le banche di Teheran, quasi tutte statali, trasferivano fondi alle organizzazioni terroristiche islamiche. Hezbollah ha ricevuto, in un anno, ben 50 milioni di dollari, escluso naturalmente il costo del loro parco missili puntato contro Israele. Fermare in tutti i modi possibili la corsa iraniana al nucleare è fondamentale per salvare il Medio Oriente e, di conseguenza, anche l'occidente da una guerra devastante. Quello che danneggia l'economia iraniana non sono le sanzioni ma la pessima gestione, la corruzione e le spese per organizzare e finanziare il terrorismo, anzi i terrorismi, che stanno distruggendo la regione e per arricchire l'apparato di sicurezza nazionale, Pasdaran.

Immagine correlata
Deborah Fait
"Gerusalemme, capitale unica e indivisibile dello Stato di Israele"

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT