sabato 16 novembre 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Chi sono veramente i palestinesi? Lo spiega lo storico Benny Morris (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
La nazionale italiana cantanti non sa dove sia Gerusalemme 30/10/2019
La nazionale italiana cantanti non sa dove sia Gerusalemme
Commento di Deborah Fait

Risultati immagini per nazionale cantanti terra santa
Alcuni partecipanti della nazionale italiana cantanti con la maglietta con scritto "Terra santa"


Protestare serve, serve sempre e, nel caso di Israele e di tutte le panzane che si leggono in proposito, il computer è l'unico mezzo che abbiamo e spiego il perché. Questa mattina un'amica ha pubblicato su facebook una fotografia di un gruppo di personaggi più o meno conosciuti della famosa squadra Nazionale Italiana Cantanti, quella che va a giocare a calcio in nome della pace nel mondo. Queste persone tenevano tra le mani una maglietta per promuovere alcune partite di calcio a Gerusalemme e a Betlemme. Sulla maglietta è disegnato un grande cuore con la scritta "TERRA SANTA – 28-31 ottobre 2019". Poi, siccome al peggio non c'è mai fine, sul loro profilo FB, avevano annunciato l'avvenimento con questa parole: "GERUSALEMME – TERRA SANTA Vi presentiamo la T-shirt da gara per la partita solidale del 31 ottobre a Gerusalemme".

Risultati immagini per gerusalemme capitale
Gerusalemme, capitale di Israele


Naturalmente mi sono messa subito alla tastiera e ho incominciato a scrivere sul loro profilo lanciando contemporaneamente un tam-tam a tutti gli amici affinchè protestassero insieme a me, gentilmente ma fermamente. Cosa fatta! Il sito ha ricevuto centinaia di proteste su Gerusalemme, spiegando che la città non si trova in una sconosciuta e fantomatica Terra Santa bensì in Israele di cui è la capitale. Molti dei messaggi inviati al profilo della NIC sono bellissimi e anche spiritosi, c'è chi parla del La La Land e dell'isola che non c'è, chi spiega pazientemente che per quanto cercasse non riusciva a trovare quella benedetta Terra Santa sull'atlante geografico. Morale della favola, improvvisamente il miracolo! Il titolo dell'annuncio è diventato "GERUSALEMME- ISRAELE". La maglietta di gara purtroppo resterà immutata ma forse hanno imparato la lezione. Quando si va in un paese che esiste, che è sovrano, che ha una capitale, si scrive il nome di quel paese, non una formula inventata tra l'altro risalente al tempo dei crociati. A nessuno verrebbe in mente di scrivere un annuncio del tipo "ROMA – PAESE DEL SOLE". Agli amici cantanti della squadra suggerirei, visto che giocano le loro partite per la pace e la solidarietà, di andare a farne almeno una a Kobane o in alcune zone dell'Africa dove, a causa di siccità e guerre, esistono enormi accampamenti di persone che muoiono di sete. C'è la guerra, dite? Bene allora si può farla a Roma e dedicarla ai bambini curdi, o ai bambini yemeniti, o ai bambini yazidi o ai cristiani massacrati dai musulmani. Avrei anche un'altra idea, Israele è il primo paese al mondo che manda le sue equipe di medici, tecnici, paramedici ovunque si verifichi una calamità naturale o di guerra (In questi giorni solo Israele sta aiutando il popolo curdo sotto attacco turco), allora perché non organizzare una partita in onore di Israele e della sua generosità? Lo so che non accadrà mai e che molti preferirebbero ingessarsi le gambe piuttosto ma pazienza. Quello che mi interessava era che queste persone capissero l'errore e dessero a Gerusalemme il posto che le spetta storicamente e politicamente. Missione compiuta! Ps. Devo dare un aggiornamento importante. La Nazionale Italiana Cantanti, dopo le centinaia di post di protesta ricevuti e dopo aver cambiato, come scritto nell'articolo, la dicitura da Gerusalemme-Terra Santa in Gerusalemme-Israele, ha cancellato tutto, le loro fotografie, quella con la maglietta col cuore e quella con Padre Ibrahim Faltas, sempre presente come il prezzemolo quando qualcuno parla di Terra Santa o Palestina, e, naturalmente, cancellati tutti i nostri commenti, dal primo all'ultimo. Come declamava il grande Gaber " se non puoi fare la rivoluzione, puoi almeno dare fastidio". E noi il fastidio a questi signori lo abbiamo dato e anche grande. Ringrazio tutti gli amici che mi hanno aiutata in questa lotta per ripristinare la verità e ringrazio anche chi lo ha fatto privatamente scrivendo ai dirigenti. Missione stracompiuta!

Immagine correlata
Deborah Fait
"Gerusalemme, capitale unica e indivisibile dello Stato di Israele"

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT