martedi` 11 dicembre 2018
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Parla il Gen. Yossi Kuperwasser: 'Ecco le prospettive strategiche per il Medio Oriente' (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
Milano, Italia, l'ignominia è compiuta 26/11/2018

Milano, Italia, l'ignominia è compiuta
Commento di Deborah Fait

A destra: un'immagine dei pochi manifestanti contro Israele a Milano

Quest'anno i mascalzoni si sono fatti furbi, nessun coro "Khaybar, Khaybar, ebrei a morte. L'esercito di Maometto tornerà". Quest'anno si sono limitati a urlare i loro patetici deliri "solo" contro Israele per evitare denunce di antisemitismo. Vedere quel corteo di sfigati esaltati con i bambini in prima fila mi ha scombussolato lo stomaco. Bambini incitati a urlare "Israele nazista, Israele criminale, Netanyahu assassino, intifada vincerà" e a ripetere questi slogan decine e decine di volte, bambini già indottrinati le cui vocine squillanti superavano le urla scomposte degli adulti. Questo non è ammissibile in un paese civile, non ci si fa scudo dei bambini, non si incitano i bambini a odiare. Lo facevano i nazisti, lo fa Hamas che si nasconde dietro a giovani e giovanissimi e fa loro il lavaggio del cervello per convincerli a martirizzarsi uccidendo ebrei .

Immagine correlata

Lo faceva l'Iran quando mandava i bambini vestiti di bianco a sminare i campi. Questo lo fanno i barbari, gli incivili, le belve islamiste. Un paese occidentale che vorrebbe sentirsi civile, come l'Italia, non può mettere in bocca a un bambino di otto anni la parola assassino verso chicchessia. Cosa saranno quei bambini una volta cresciuti? Avranno la violenza dentro, pronti a spaccare vetrine e rovesciare cassonetti. Gli adulti che oggi partecipavano a quell' indegno corteo contro Israele stanno rovinando l'infanzia dei loro figli soltanto per poter sfogare il loro odio insensato contro Israele. Un cartello portato da una fanatica recitava "I nazisti sono ancora qui solo che adesso si fanno chiamare sionisti". Si rendeva conto di essere lei la nazista oltretutto anche ignorante? Mi dicono che erano quattro gatti e che non vale la pena far loro pubblicità, invece no, anche fossero stati in due a urlare per l'eliminazione di una nazione di questo mondo, andavano condannati, svergognati come esseri umani. "Israele criminale, Palestina immortale" urlavano "free free Palestine" dieci cento volte e alla fine, ultimo sfregio alla storia, si sono messi a cantare Bella Ciao!

Sentire dei neonazisti, filoterroristi, degli esaltati senza morale sbraitare il canto della libertà è stato troppo, è stato indecente e inaccettabile. Gente che non sa nulla di storia, gente avvelenata dalla furba propaganda filopalestinista, gente patetica e ridicola, incapace di ragionare con la propria testa, gente che non legge e che non sa. Gente che odia l'unico paese democratico del M.O. ( e presto anche dell'occidente ormai agonizzante) solo per sentito dire e lo fa dopo che Israele è stata colpita da 460 missili sparati in mezzo alla popolazione in meno di 24 ore. Gente del genere merita solo tanto, grande , infinito disprezzo. Il sindaco Sala ha preso le distanze da questi esaltati e si è beccato anche lui il suo bel "Sala Fascista". Detto da altri fascisti forse voleva essere un complimento. Giorni fa il presidente iraniano Rouhani, il moderato amico della Mogherini, ha detto che Israele è un tumore canceroso che deve essere eliminato, in tutta Europa le aggressioni contro gli ebrei non si fermano, in Argentina tifosi del calcio urlavano "ammazza gli ebrei e fai sapone". Israele viene colpito da mesi, viene incendiata la sua terra e nessun capo di stato, ministro, deputato, politico proferisce una sola parola di solidarietà. A questo punto uno si chiede come sia possibile tanto odio così feroce, così vivo, così planetario dopo più di 2000 anni. La risposta che mi viene spontanea non è una vera risposta, impossibile da dare, è qualcosa che assomiglia molto a una colorita esclamazione. Siamo sopravvissuti a tutti, dai babilonesi ai nazisti eppure siamo qua più forti e pazienti che mai e Israele esiste e il popolo ebraico esiste. Ma visto che parliamo di manifestazioni, oggi era la giornata contro la violenza sulle donne e non ho avuto notizia di cortei nel mondo arabo e islamico dove la donna è pari a una schiava o a un animale da soma, nessun corteo a Gaza tanto cara agli sfigati di oggi a Milano, nessun corteo a Ramallah, tra gli arabo-palestinesi le donne sono considerate quando vanno a farsi esplodere. In Pakistan si, là continuano a manifestare ma sono solo uomini che chiedono la morte per scannamento di Asia Bibi, una donna.

Risultati immagini per deborah fait
Deborah Fait
"Gerusalemme, capitale di Israele, unica e indivisibile"


Clicca qui per stampare questa pagina
Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT