martedi` 11 dicembre 2018
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Parla il Gen. Yossi Kuperwasser: 'Ecco le prospettive strategiche per il Medio Oriente' (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
Commissione Esteri della Camera: complici e vigliacchi, tutti i nomi 13/10/2018

Commissione Esteri della Camera: complici e vigliacchi, tutti i nomi
Commento di Deborah Fait

http://www.radioradicale.it/scheda/554144/commissione-affari-esteri-della-camera  
( riprendo dalla pagina Facebook di Giulio Meotti) 

“Israele ha un ruolo distruttivo nella nostra regione, il regime israeliano osteggia il patto nucleare, Israele è un paese che ha occupato la Palestina e con la guerra vuole mantenere la sua esistenza.L'Occidente invece di ascoltare Israele può ascoltare l'Iran. Israele è una falsificazione, Israele è una cosa costruita, non è una cosa vera, originale. E' un'ingiustizia contro l'umanità e ha praticato violenza anche contro di noi (????). Nella nostra zona ci sono state molti errori ma il primo errore è stata la creazione di Israele. Speriamo che farete caso a questo.” Queste frasi sono state pronunciate dagli iraniani durante la conferenza di un Istituto di studi iraniano tenutasi alla Camera dei deputati mercoledì scorso.

Immagine correlata

Sono incredula e sconvolta. E' la prima volta nella storia d'Europa che un Parlamento di una nazione democratica organizza una conferenza invitando un paese guidato da veri e propri imitatori del partito nazionalsocialista, un paese dove si nega la Shoah, dove si organizzano premi per la miglior vignetta che sbeffeggi il genocidio degli ebrei, un paese dove ogni giorno i capi inturbantati parlano di eliminare Israele dalla carta geografica, dove esiste un grande orologio che segna le ore mancanti alla totale distruzione del paese ebraico. Dove si impicca quotidianamente nella pubblica piazza. Era impensabile che accadesse una simile immane vergogna in una nazione europea eppure è successo, proprio in Italia, nel Parlamento Italiano, simbolo della democrazia. E proprio in questo Parlamento un signore chiamato Alì Reza Bikdeli ha ripetuto la sua frase preferita "Il primo errore è stato la creazione di Israele". Silenzio dei presenti. "Israele è una falsificazione". Silenzio dei presenti. "Israele è un'ingiustizia contro l'umanità". Silenzio dei presenti. Chi legge deve credermi, ho l'impressione di raccontare una brutta favola non veramente accaduta, un incubo. La cosa che ha reso l'incubo ancora più spaventoso è stato il religioso silenzio dei presenti. Mentre in Europa si celebrava la Giornata contro la pena di morte il parlamento italiano ha ospitato il paese dove la pena capitale è quotidiana, dove dall'elezione di Rouhani, il moderato, si sono avute più di 3300 esecuzioni in piazza ( nessuno dei deputati italiani ha parlato di –pena di morte-). Solo nel 2018, non ancora finito, vi sono state 218 condanne a morte ma la Boldrini nel suo intervento ha voluto ringraziare i relatori nazisti per la bella accoglienza avuta nel loro paese. Forse le forche erano state spostate in quell'occasione e rese invisibili ai visitatori, esattamente come affermò Beppe Grillo "Impiccagioni? Mai viste!". I relatori invitati alla Camera dei Deputati sono esattamente gli stessi che avevano organizzato la conferenza per il negazionismo della Shoah nel 2006, ospite d'onore il capo del KU Klux Klan, David Duke, invitato proprio da Mahmoud Ahmadinejad, uno dei peggiori antisemiti esistenti al mondo che, bisogna ricordarlo, fu accolto da un'ovazione alla Columbia University sotto la presidenza Obama, altro buon amico degli ayatollah. Una terribile e triste coincidenza vuole che alcuni giorni prima di questa vergognosa conferenza, fosse ricordato l'assassinio da parte dei feddayin palestinesi di Stefano Tachè e fra quattro giorni, il 16 ottobre, si commemorerà il rastrellamento nazista del Ghetto di Roma, 1259 deportati tra cui 207 bambini. Ritornarono in 16, nessun bambino. Certo che bisogna avere un gran bel pelo sullo stomaco e una dose di enorme cinismo per organizzare una simile porcheria all'interno del Parlamento e farlo proprio a cavallo di queste tre ricorrenze. Ma chi ha organizzato il tutto? I grillini naturalmente, gli esteri sono di loro proprietà e probabilmente avranno voluto omaggiare il suocero e la moglie iraniana, odiatrice di Israele dichiarata, di Beppe Grillo. La cosa strana è che l'incontro è stato fatto quasi alla chetichella, non esiste una relazione, non si hanno prove scritte delle parole dei relatori che si sono portati via tutto, non ne rimane traccia. C'è solo la registrazione di Radio Radicale. Insomma il Parlamento italiano si è macchiato di un fatto gravissimo, chi ha chiesto spiegazioni ai parlamentari non ha ricevuto risposta. L'ambasciatore di Israele, Ofer Sachs, ha protestato duramente presentando una nota alla Commissione Esteri della Camera. La comunità ebraica è insorta: "Fatto di una gravità inaudita". La vicepresidente della Camera, Mara Carfagna, grande amica di Israele, parla di "grave sottovalutazione nel dare spazio a chi ha trascorsi negazionisti e antisemiti". Matteo Salvini ha semplicemente detto "Da noi vige la separazione dei poteri ed il Parlamento ha le sue prerogative che naturalmente rispetto. La condanna della Shoah è ferma ed indiscutibile e dobbiamo stare attenti a non lasciare nessuno spazio a quella che Hanna Arendt chiamava la banalità del male abbassando la guardia anche magari solo in buona fede. La Memoria della Shoah va assolutamente preservata" , deboluccia come condanna, poco, troppo poco e niente sul diritto di Israele ad esistere Speriamo in meglio e speriamo che arrivi il giorno in cui abbandonerà gli indecenti 5 Stelle.

Immagine correlataImmagine correlataImmagine correlata
Fassino, Boldrini, Scalfarotto

Che la vergogna ricada indelebile sui deputati che hanno partecipato alla conferenza, tra cui Fassino, Boldrini e Scalfarotto il quale proprio alla fine, molto timidamente e molto rispettosamente, quasi scusandosi per l'intervento, imbarazzatissimo, ha parlato di "diritti per gli omosessuali" ..." ma non è il caso di parlarne adesso" ha concluso. Dal tavolo dei relatori silenzio assoluto. Insomma dei gran vigliacchi ma sono certa che nessuno dei presenti riceverà il conto per aver partecipato a tanta vergogna.

Immagine correlata
Andrea Orsini

Un encomio enorme va dato al deputato Andrea Orsini di Forza italia che ha rifiutato di partecipare allo schifo e che ha scritto: "Ho fatto semplicemente quello che mi sembrava dignitoso e doveroso fare. In generale, è un dovere difendere l'unico paese libero del Medio Oriente, e combattere l'antisemitismo ovunque si annidi. Israele e il mondo ebraico sono un faro di civiltà". In Italia avremmo bisogno di più galantuomini e persone oneste del calibro di Andrea Orsini, purtroppo la mediocrità impera e dove c'è mediocrità non esiste il coraggio. Mentre ascoltavo la presentatrice grillina riempirsi la bocca ripetendo -Repubblica islamica di Iran- pensavo a tutte le proteste e le critiche per la legge su "Israele, stato ebraico". Non c'è niente da fare, anzi no, bandiamo ogni scoramento, diamoci molto da fare, dipende da noi, da tutti noi, far rispettare il nostro amato Israele.

Risultati immagini per deborah fait
Deborah Fait 
"Gerusalemme, capitale di Israele, unica e indivisibile"


Clicca qui per stampare questa pagina
Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT