lunedi` 18 novembre 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Chi sono veramente i palestinesi? Lo spiega lo storico Benny Morris (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
Abu Mazen nei telegiornali italiani 03/05/2018

Abu Mazen nei telegiornali italiani
Commento di Deborah Fait

http://www.video.mediaset.it/video/tg5/full/edizione-ore-20-00-del-2-maggio_837720.html
http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/video.html

Immagine correlata

All'improvviso è avvenuto il miracolo! I media si sono svegliati e, indignati per la parole di Abu Mazen, si stanno scagliando contro l'angelo della pace. Cosa ha detto dunque il capomafia/terrorista palestinista? : "Le persecuzioni contro gli ebrei e la Shoah sono colpa degli ebrei e del loro comportamento sociale, l'usura e le loro banche". I telegiornali della RAI hanno dato tutti la notizia, Tg1, Tg2 e Tg3 hanno svolto diligentemente il loro lavoro, ripetendo le parole del terrorista e ribadendo lo sdegno del mondo durante tutta la giornata. Ignorata la notizia sul telegiornale della sera di Sky. Il TG de La7, direttore Mentana, ha fatto schifo, l'unico telegiornale che ne ha parlato è stato quello delle 13.30, poche parole "Bufera su Abu Mazen" e con questo hanno ritenuto concluso il loro compito. Il TG5 di Mediaset ha fatto invece un servizio molto bello e accurato. Cesara Buonamici ha parlato di ondata devastante di sdegno contro Abu Mazen, i servizi di Domitilla Savignoni sono stati altrettanto ben fatti, ha menzionato la valanga di critiche che sono arrivate dall'Onu e dall'Europa, ha ripetuto le parole di Benjamin Netanyahu: "... devastante per la causa palestinese, patetico e antisemita, negazionista e burocrate educato in Unione sovietica" Perfetta l'intervista al rabbino Riccardo di Segni (servizio di Simona Branchetti) " un uomo che ha fatto dell'antisemitismo e negazionismo la propria bandiera. "

E conclude il rabbino " Queste affermazioni antisemite spiegano il motivo per cui le comunità ebraiche si sono rifiutate di partecipare alle celebrazioni del 25 aprile dove sventolavano le bandiere palestinesi." Dunque, improvvisamente il mondo si accorge dell'antisemitismo palestinista? Eppure noi lo diciamo e lo scriviamo da anni. Del Muftì di Gerusalemme, amico di Hitler, degli arabi palestinisti che da sempre urlano di distruggere Israele, di Arafat che parlava della distruzione di Israele entro una ventina d'anni, di Gaza dove sventolano le bandiere con la svastica. Dell' Iran dove urlano ogni giorno "Morte a Israele". I media sanno perfettamente che il Mein Kampf e I protocolli dei savi di Sion sono i libri più venduti nel Medio oriente musulmano. Arafat e l'Iran hanno fatto attentati con centinaia di morti tra gli ebrei di tutto il mondo. Tutto questo è sempre stato arcinoto a tutti eppure non capivano, fingevano di non capire, sordi a tutto quanto accadeva. Cos'è che ha fatto loro cambiare idea? All'ONU per anni non hanno fatto che sfornare risoluzioni contro gli ebrei di Israele e oggi si indignano? Abu Mazen discusse la sua tesi di dottorato a Mosca dal titolo " Il rapporto segreto tra nazismo e sionismo" parlando di poche centinaia di migliaia di ebrei ammazzati dal complotto nazi-sionista. Era il 1982, non questa mattina! Nessuno lo sapeva tra i giornalisti che oggi si stracciano le vesti? Comunque finalmente Abu Mazen ha gettato ufficialmente la maschera e si è dato la zappa sui piedi, forse è possibile che a qualcuno si apra uno spiraglio di verità nel cervello. Non voglio essere ottimista, chi ci odia continuerà a farlo e dai messaggi sui vari social lo si capisce molto bene, esiste in Italia un odio antiebraico di tale portata che niente potrà cancellare ma chi ha un'anima, chi ha un cuore, chi ha soprattutto un cervello non potrà evitare di pensare alle parole vergognose del capo dell'ANP e trarne qualche sana considerazione. Buon risveglio, dunque.

Risultati immagini per deborah fait
Deborah Fait
"Gerusalemme, capitale di Israele, unica e indivisibile"


Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT