martedi` 28 gennaio 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Origini della parola 'Palestina': quello che i media non dicono (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Che cos'è il sionismo? Un video per capire da guardare e diffondere (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
L'odio neonazista del BDS diffonde odio contro Israele, ma non vincerà 24/03/2018

L'odio neonazista del BDS diffonde odio contro Israele, ma non vincerà
Commento di Deborah Fait

Eccoli qua per la quattordicesima volta, puntualmente ogni anno, sono arrivati i neonazisti del BDS per celebrare l'odio contro Israele nelle università del mondo intero. Le Università italiane non fanno eccezione: Bologna, Cagliari, Milano, Napoli, Pisa, Padova, Roma (dove sarà commemorata Rachel Corrie, filoterrorista americana filopalestinista e presentato il dossier "Il diritto di boicottare Israele"), infine Torino e Udine. Sono milioni nel mondo questi orribili personaggi, milioni di odiatori che si autoproclamano difensori dei diritti umani. 
Naturalmente gli unici diritti umani che difendono sono quelli della popolazione araba che sta meglio tra tutti gli arabi del Medio Oriente. Facile no? Ci si chiede come sia possibile che abbiano tutto questo successo pur non preoccupandosi delle centinaia di migliaia di morti in Siria, anche se non hanno mai detto una parola sui massacri dei kurdi e di tutti gli altri disgraziati popoli mediorientali. 
La risposta è molto semplice, il successo del BDS deriva dal fatto che c'è di mezzo Israele. Odiare Israele, calunniare Israele, demonizzare Israele, tutto questo assicura un trionfo totale, masse di ignoranti sono pronti a seguirli e ad appoggiare la loro insana politica. Una delle ultime notizie, la più assurda per il luogo da dove proviene, è che 10 milioni di donne indiane chiedono libertà per Ahed Tamimi. 
Le donne indiane! Le donne del paese dove ogni giorno qualche ragazzina viene stuprata, fatta a pezzi, appesa agli alberi per essere divorata dagli uccelli. Donne del paese dove si mandano a lavorare bambini di tre anni, a impastare mattoni! E questi 10 milioni di donne indiane non hanno niente di meglio da fare che preoccuparsi di una ricca teppista bosniaco-palestinista che ogni paese del mondo sbatterebbe in prigione per aver aggredito dei soldati, più e più volte, all'ennesima è stata finalmente arrestata e condannata a 8 mesi di giusta galera. 
Troppo pochi, a mio parere. A proposito di Tamimi, appena saputo della sua condanna la parlamentare arabo-israeliana, filoterrorista, Haneen Zoabi, si è subito attivata per chiamare alla lotta contro Israele, lotta necessaria per liberare la Palestina! "Dobbiamo costrigere il criminale (Israele) ad andarsene, solo la lotta di massa libererà Ahed e il popolo palestinese." 
Più e più volte è stata chiesta l'espulsione di questa parlamentare colpevole di alto tradimento e ogni volta la Corte Suprema ha bocciato la richiesta. Non si sa, non si capisce perchè. Un parlamentare che tradisce il proprio paese e ne auspica la fine deve essere espulso, mandato via, deve essergli tolto il passaporto. 
La Corte suprema non la pensa così e questo dà un gran senso di frustrazione. Tornando alle donne indiane che indossano 10 milioni di magliette con la scritta "NO to israeli apartheid", ecco la loro motivazione:"Noi, sottoscritte, chiediamo il rilascio immediato di Ahed Tamimi e di tutti i minori palestinesi detenuti. Crediamo inoltre che il modo più forte per sostenere la lotta di Ahed e delle/dei palestinesi per la giustizia, la libertà e l'uguaglianza sia di sostenere il movimento di BDS". 
Ma non basta. La settimana dell'odio contro Israele ha inizio presso l'Ufficio del Parlamento europeo a Roma dove verrà presentato il dossier sul diritto di boicottare Israele. I sostenitori sono il peggio del peggio: 
AssoPace palestina, Centro studi Sereno Regis, Pax Christi Italia, Rete ebrei contro l'occupazione, Un ponte per. 
Tra i milioni di adoratori del neonazista BDS, troviamo dei nomi eccellenti: l'arcivescovo Desmond Tutu, Naomi Klein, Roger Waters, Angela Davis, Judith Butler e molti altri, tra attori, registi, uomini di cultura. L'intelligenza e la cultura non sono mai state un antidoto contro il virus dell'odio antisemita. Il sentimenrto che unisce persone così diverse fra loro è proprio l'odio, un odio stupido, senza pace, fanatico, un odio simile a quello partorito dall'ideologia nazista. 
Mentre questi fanatici si nutrono del loro stesso male per poi vomitarlo su scala mondiale, in Francia un terrorista islamico, invocando il suo Dio della pace, Allahu Akhbar, ha ammazzato tre persone in un supermercato del sud della Francia. Questa settimana, nel silenzio generale, Israele ha sepolto tre padri di famiglia assassinati da quei terroristi tanto amati dal BDS. 
E' di questi giorni la notizia di un'ennesima condanna contro Israele per aver informato di aver distrutto, nel 2007, il reattore nucleare siriano, operazione perfetta che, in tre minuti, ha salvato il mondo per la seconda volta. 
La prima fu nel 1981 quando distrusse il reattore nucleare iracheno. Potremmo solo immaginare cosa sarebbe accaduto se Israele non avesse denuclearizzaato questi due pericolosi paesi che non hanno esistato ad usare il gas nervino contro i loro stessi civili e se non tenesse costantemente monitorato l'Iran dei preti neri. 
Mentre tutti i cretini del mondo fomentano le masse e fanno milioni di proseliti eccitandosi a vicenda. Mentre gli studenti universitari di Torino ricevono crediti se assitistono a lezioni di menzogne storiche, di calunnie contro la democrazia, mentre imparano a odiare rifiutando vigliaccamente ogni contradditorio. Mentre giustificano, quando non esaltano, il terrorismo e la violenza, Israele, imperterrito con il coraggio di sempre e sapendo di avere in cambio soltanto astio e ostilità, si difende dai terroristi palestinisti e difende il mondo intero dagli stati canaglia.

Risultati immagini per deborah fait
Deborah Fait 
"Gerusalemme, capitale di Israele, unica e indivisibile"


Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT