giovedi` 19 settembre 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

1929-2019: 90 anni dopo l'orribile strage contro l'antica comunità ebraica di Hebron (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






 
Andrea Zanardo
Il contadino di Galilea
<< torna all'indice della rubrica
Editoriale di 'Andavvenire' di Fulvio Sbaglione 03/08/2015
Riprendiamo dal blog IL CONTADINO della GALILEA di Andrea Zanardo, "Editoriale di Andavvenire", di Fulvio Sbaglione (http://contadinodigalilea.blogspot.co.uk/2015/08/editoriale-di-andavvenire.html)

Il Contadino della Galilea e' un blog satirico irregolarmente tenuto da Andrea Zanardo, un italo-israeliano espatriato in Inghilterra.

Risultati immagini per fulvio scaglione avvenireRisultati immagini per avvenire logo
Fulvio Scaglione

Ancora una volta lo Stato ebraico mostra la faccia feroce ai suoi vicini. Il governo oltranzista di Netyanyahu, sempre piu’ ostaggio di una destra fondamentalista e teocratica, ha organizzato un Gay Pride nella terza citta’ sacra dell’Islam, con il dichiarato intento di mostrare al mondo che Israele e’ l’unico Stato Mediorientale in cui la polizia protegge gli omosessuali, anziche’ lapidarli come avviene nel moderato Iran, che si sta finalmente aprendo all’Occidente grazie alla politica obamiana di distensione (di cadaveri di omosessuali, appunto) La decisione consapevolmente provocatoria del governo dominato dai fondamentalisti religiosi rischia di allontanare definitivamente l’integrazione di Israele nel Medio Oriente.

Fino a quando gli israeliani continueranno a comportarsi come le democrazie occidentali, non sara’ possibile alcun dialogo, ha sostenuto oggi Mahmud D’Allemah, delegato di Hamas alla organizzazione della spontanea rabbia islamica e incaricato delle relazioni finanziarie con l’Unione Europea. A rendere la situazione ancora piu’ difficile, sono stati i complicati eventi della scorsa settimana, di cui sono rimasti vittime sei coloni omosessuali, per opera di un fanatico religioso ebreo. Mettendo bene in chiaro che Israele non ha intenzione di integrarsi con gli altri Stati dell’area, la polizia -ovvero le forze che sostengono l’occupazione illegale, che va avanti dal 1948- e’ intervenuta violentemente per fermare l’assalitore, che e’ al momento sotto arresto ed in attesa di regolare processo.

Con una mossa di inaudita sfrontatezza, invece di premiare l’attentatore con un incarico prestigioso di rappresentanza -come avviene in tutti i Paesi del Medio Oriente- Israele lo intende mettere sotto processo e magari, in un ulteriore peggioramento di una situazione ormai irreversibile - perfino condannarlo se e solo se viene riconosciuto colpevole. Il governo Netanyahu, con questa fissazione della legalita’, mostra che Israele non ha alcuna intenzione di integrarsi nel nuovo Medio Oriente di Obama.

Fulvio Sbaglione

Andrea Zanardo
Andrea Zanardo


http://www.informazionecorretta.it/main.php?sez=90

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT