sabato 14 dicembre 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Il negazionismo nel mondo arabo (Sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






 
Benjamin Weinthal
Europa Germania
<< torna all'indice della rubrica
La Germania nega che il suo ambasciatore all’Onu sia antisemita, l’ambasciatore di Israele lo conferma 22/11/2019
La Germania nega che il suo ambasciatore all’Onu sia antisemita, l’ambasciatore di Israele lo conferma
Commento di Benjamin Weinthal

(dal Jerusalem Post, 21.11.2019)
(Traduzione di Anna Dalla Vida)

Risultati immagini per Christoph Heusgen
Christoph Heusgen

Il ministero degli Esteri tedesco ha respinto categoricamente le accuse secondo cui il suo ambasciatore presso le Nazioni Unite, Christoph Heusgen, sia antisemita dopo le forti critiche mosse contro di lui dal Centro Simon Wiesenthal, dall’associazione del sindacato dei socialdemocratici ebrei e dal quotidiano Bild. Il Wiesenthal Center ha annunciato che i commenti di Heusgen potrebbero entrare nell’elenco dei top ten più antisemiti e anti-israeliani del 2019 per la sua dichiarazione oltraggiosa e pericolosa al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di marzo; ma un portavoce del ministero degli esteri tedesco ha dichiarato al Jerusalem Post "Rifiutiamo l'accusa di antisemitismo". Il rabbino Abraham Cooper, responsabile del Centro Wiesenthal, ha detto al Jerusalem Post “stiamo esaminando alcune decine di candidati su entrambe le sponde dell'Atlantico. Tra questi vi è l'ambasciatore tedesco presso le Nazioni Unite per aver equiparato Hamas e le azioni difensive israeliane ”. Il portavoce del ministero degli Esteri ha affermato che “la Germania si oppone al trattamento ingiusto di Israele nelle Nazioni Unite dove, siamo fortemente impegnati ad equilibrare i testi delle risoluzioni nell'interesse di una pace duratura in Medio Oriente come parte di una soluzione negoziata della costituzione di due stati. " La scorsa settimana, la Germania si è unita ai regimi islamici dittatoriali in Medio Oriente e alla Cina comunista votando per sette risoluzioni anti-israeliane. Heusgen si è soltanto astenuto da una risoluzione.

Risultati immagini per onu against israele

Secondo il portavoce tedesco, "La strategia comune di negoziazione e di voto dell'UE nelle risoluzioni ci consente di influenzare i negoziati al fine di prevenire decisioni ancora più dannose per Israele". Tuttavia, il sindacato dei socialdemocratici ebrei ha respinto l'argomentazione secondo cui la Germania avrebbe ammorbidito le risoluzioni anti-israeliane in una lettera aperta al ministro degli esteri socialdemocratico Heiko Maas, pubblicata sul sito web del settimanale ebraico Jüdische Allgemeine Zeitung. "Ci vergogniamo che la Germania abbia approvato queste risoluzioni", hanno scritto,“Questo è uno schiaffo a Israele, ma anche un duro colpo per noi ebrei in Germania. L'antisemitismo e l'odio per Israele sono le due facce di una medaglia che rappresenta l'odio e la violenza, per cui ti esortiamo a non votare più queste risoluzioni anti-israeliane alle Nazioni Unite. L'umore nella comunità ebraica ha raggiunto un nuovo minimo - contiamo su di te per cambiarlo con un atteggiamento chiaro ”. L'ambasciatore israeliano in Germania Jeremy Issacharoff ha scritto su Twitter che "Speravo che questo tweet di maggio avrebbe portato a un cambiamento negli ultimi voti tedeschi alla Assemblea Generale dell’ Onu lo scorso venerdì. Questi voti possono ancora essere cambiati quando vengono presentati all'Assemblea Generale per l'approvazione finale. Ci sono ancora risoluzioni politiche unilaterali che verranno votate entro la fine del mese ”. L'ambasciatore ha fatto riferimento nel suo tweet a una dichiarazione di Maas del mese di maggio, in cui il ministro degli Esteri aveva scritto: “In questa occasione, il governo federale vorrebbe ribadire ancora una volta oggi a New York che la Germania si trova, anche alle Nazioni Unite, spalla a spalla con Israele, la cui sicurezza e il diritto di esistere non devono mai essere messi in discussione da nessuno, ovunque. ” Maas aveva poi aggiunto: "Tuttavia, Israele, fino a oggi, viene ancora denunciato e condannato in modo univoco e marginalizzato in modo inappropriato negli organi delle Nazioni Unite. Questo stato di cose è doloroso e insoddisfacente, e soprattutto perché l'ONU è al centro dell'ordine multilaterale, basato su regole vitali per la sicurezza e la pace internazionali ". Maas ha promesso che "Continueremo, anche come membro non permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, a sostenere i legittimi interessi di Israele, a rafforzare la sua rappresentanza nelle Nazioni Unite e adoperarci al massimo per opporci a qualsiasi tentativo di isolare o delegittimare Israele." Filipp Piatov, in un pungente commento della Bild titolato "Heusgen vota sempre contro Israele", ha scritto: "Ma fintanto che il rappresentante tedesco, insieme agli odiatorianti israeliani, alza la mano nelle Nazioni Unite e condanna unilateralmente lo stato ebraico più volte un anno, la solidarietà israeliana del governo federale e del ministro degli affari esteri rimangono soprattutto parole inutili . " Se Heusgen fosse inserito nella top ten antisemita, sarebbe la prima volta per un diplomatico tedesco. Dopo che oltre 130 razzi di Hamas erano stati lanciati su Israele a marzo, Heusgen disse: "I civili devono vivere senza paura dei razzi palestinesi o dei bulldozer israeliani" Dato che il governo israeliano demolisce le case dei terroristi palestinesi. Eppure Stati Uniti, UE e Germania classificano l'organizzazione jihadista Hamas come entità terroristica. Heusgen, che nell’ultimo decennio si è guadagnato una reputazione anti-israeliana, è stato l'ex capo consigliere per la politica estera del cancelliere tedesco Angela Merkel. La Germania aveva votato 16 volte alle Nazioni Unite nel 2018 per condannare Israele. Heusgen vota spesso con l'Iran, l'Arabia Saudita, Cuba e altri regimi repressivi contro lo stato ebraico. Un portavoce dell'amministrazione della Merkel ha dichiarato al Jerusalem Post che non aveva nulla da aggiungere alla dichiarazione del Ministero degli Esteri.

Risultato immagine per benjamin weinthal JPost
Benjamin Weinthal

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT