martedi` 18 febbraio 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Che cos'è il sionismo? Un video per capire da guardare e diffondere (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






 
Angelo Pezzana
Israele/Analisi
<< torna all'indice della rubrica
'La destra di Netanyahu rischia di isolare Israele': falso! 11/06/2015
Riprendiamo dal BOLLETTINO di giugno 2015, a pag. 8, con il titolo "La destra di Netanyahu rischia di isolare Israele? Quanto dovremo ancora ascoltare queste bufale?", il commento di Angelo Pezzana.


Angelo Pezzana, Benjamin Netanyahu

Bibi Netanyhau è stato giudicato dalla stampa occidentale responsabile dell’isolamento di Israele, a causa del suo intervento al Congresso americano e per la posizione assunta dopo l’accordo di Losanna con l’Iran dei 5 + 1. L’Europa non si smentisce. All’inizio delle persecuzioni negli anni ’30, l’antisemitismo europeo gridava contro gli ebrei “andatevene in Palestina!”.


Vignetta antisemita che mostra Netanyahu mentre costruisce il muro protettivo con il sangue dei bambini palestinesi

Poi è stata la volta dell’antisemitismo arabo-musulmano, “ritornate in Europa, da dove siete venuti!”. Allora come oggi, gli ebrei non dovrebbero stare in nessun posto. Non sapendo più quali accuse lanciare contro Bibi – tutto sommato l’economia tira, il sistema funziona malgrado il resto del Medio Oriente sia sprofondato in una strage continua- i media un po’ ovunque l’hanno accusato di avere isolato il paese, come se prima Bruxelles avesse sempre guardato Israele con occhio benigno. E’ vero il contrario, invece.


Israele e Iran

Israele è infatti entrato di fatto nella coalizione degli Stati arabo-islamici che temono l’Iran quanto e più della stessa Israele, contrari al pari di Bibi alla politica di appeasement di Obama verso la teocrazia di Teheran. Ma questa alleanza non ha trovato spazio nelle analisi dei nostri ex ambasciatori ed esperti vari, troppo preoccupati a non distogliere mai lo sguardo da Israele, non sia mai. L’Iran è dunque nemico di gran parte degli stati arabo-musulmani mediorientali, ma a nessuno è venuto in mente di scrivere che sono “isolati”. Di Israele invece si deve dirlo, soprattutto se non è vero.

Per inviare la propria opinione al Bollettino, cliccare sulla e-mail sottostante


bollettino@tin.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT