lunedi` 09 dicembre 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Il negazionismo nel mondo arabo (Sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






 
Ugo Volli
Cartoline
<< torna all'indice della rubrica
Idee chiare e pensieri giusti contro gli ebrei. Sono i perfetti piccoli eurarabi di Spagna 04/03/2010

"Idee chiare e pensieri giusti contro gli ebrei. Sono i perfetti piccoli eurarabi di Spagna"

Cari amici, questo è un periodo in cui mi sento generoso e quindi continuo a darvi buoni consigli. Spero che non mi prenderete per un importuno venditore di spazzole, io non ci guadagno niente, è solo per servire il progresso e la pace. Dunque, state a sentire.
Forse avete il problema dei figli, non sapete come farli diventare bravi eurarabi, consapevoli del loro ruolo (inferiore) nel mondo futuro e ben disposti a svolgere il loro ruolo di svendita del patrimonio culturale ingiustamente accumulato dai loro avi. E' così? Siete preoccupati dalla scuola italiana, che certamente è in parte progressista e politicamente corretta, ma ancora parla dell'impero romano invece che di quello abasside, vanta Roma invece di Damasco e Bagdad, lascia spazio a pericolosi sciovinisti guerrafondai come Mazzini e Garibaldi, non presenta Carlo Magno come un pericoloso criminale di guerra e non spiega quanto i greci sbagliassero a sottrarsi sediziosamente alla giusta sovranità persiana. Non parliamo dell'oggi, quando magari le scuole prestano orecchio alle pericolose seduzioni dell'Illuminismo, con l'idea dell'uguaglianza dei sessi, o addirittura dia credito alla menzogna sionista della Shoà.
Capisco le vostre preoccupazioni, ci sono passato anch'io. Ecco, però una soluzione ci sarebbe. Basta trasferirsi in Spagna. Non solo la Spagna, essendo il paese senza ebrei da un mezzo millennio com'è, è riuscito lo stesso a figurare al primo o al secondo posto di tutte le statistiche sull'antisemitismo contemporaneo - che è una cosa onorevolissima, naturalmente. Ma si sta anche proponendo di chiedere scusa ai poveri conquistatori islamici che ha ingiustamente scacciato fra il 1200 e il 1500. Non agli ebrei badate, che non hanno mai dominato il paese e non meritano considerazione, ma solo ai nobili e virilissimi Moros.
Ma quel che più conta, loro sì che sanno educare i bambini. Pensate che in questi giorni all'ambasciata israeliana a Madrid, sono iniziate ad arrivare delle cartoline (sì, anche loro usano le cartoline, pensate che commozione per me) vergate dalle dolci mani di bambinetti delle elementari, con la calligrafia ancora incerta. La calligrafia sì, ma i pensieri no. Pensate cosa scrivono i combattivi bimbi spagnoli: "Gli ebrei uccidono per denaro!" (...gli ebrei, notate, non solo gli israeliani, che sarebbe stato limitativo...); "perché uccidete i bambini?" "Andatevene e lasciate il paese ai palestinesi!"
Idee chiare, no? Pensieri giusti, no? Perfetti piccoli eurarabi, direi Balilla o Pionieri di grande qualità! Be', sapete cosa hanno avuto il coraggio di fare quelli dell'entità sionista? Si sono messi a protestare! Hanno convocato l'ambasciatore spagnolo! Che faccia tosta, eh? Ma quello, assolutamente hidalgo, ha detto che ciò che facevano i bambini spagnoli dipendeva da loro e non erano fatti del governo! Gli stupidi sionisti hanno pensato che fosse una mezza scusa, che volesse dire che il governo spagnolo non controllava queste attività extrascolastiche. Ma in realtà il nobiluomo volve significare che non erano fatti del governo israeliano, e che non si mettesse di mezzo! Perché i bambini spagnoli avrebbero ben presto mostrato agli sporchi sionisti chi aveva senso dell'onore e chi no! Non a caso la Spagna in questo periodo è presidente dell'unione Eurabica. Dicono che è un turno, ma in realtà è un onore, che viene tutto dalla buona educazione dei bambini.
Insomma, a poco intenditor poche parole. La legna per i roghi non manca in Castiglia e magari gli spagnoli presto rivendicheranno la loro inquisizione che era santa e altrettanto produttiva di tutte le procedure industriali tedesche...

Ugo Volli


Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT